TUTORIAL #4 | Candele DIY da usare come segnaposto per Pasqua


Anni fa mi frullava per la testa l'idea di utilizzare la paraffina che conserva le più comuni provole dolci che si trovano al supermercato per creare delle candele...
Ebbene si, ne ho raccolta una certa quantità e l'ho fatto:
ho realizzato delle candele con la paraffina della provoletta!!!
Lo so, sembra un'assurdità. 
Soprattutto quando in casa ti vedono mettere da parte i resti della provola manco fossi Gollum de "Il Signore degli anelli" col suo tesssoro e naturalmente, come è giusto che sia, ti prendono per pazza.
Ma io dovevo provare e vi posso dire che l'esperimento è riuscito.
Del resto viviamo in un'epoca in cui l'eco-sostenibilità è l'unica nostra salvezza e se riusciamo a riciclare persino la paraffina che avvolge la provoletta io mi sento anche meno in colpa!

Ma bando alle ciance, vediamo come possiamo realizzare in casa delle candele senza andare a comprare la paraffina al negozio di hobbistica.

Candele DIY

 Cosa serve:

una buona quantità di paraffina (quella che rubate dalla provoletta in frigo e che altrimenti buttereste) | formine di metallo o di silicone che non utilizzate per gli alimenti | stoppini per candele | pastelli a cera o colorante | olio profumato

Procedimento:

Posizionate le formine metalliche su un piano e rivestitele sotto e ai lati di carta stagnola, per evitare possibili fuoriuscite di cera.
[Se utilizzate degli stampi di silicone questo passaggio potete saltarlo]

Procedete a riscaldare dell'acqua in una pentola e, in un pentolino più piccolo, non a contatto con l'aqua sottostante, mettere la paraffina a sciogliersi a bagnomaria. Unite dei pezzettini di pastello a cera del colore che preferite o, in alternativa, del colorante liquido o in polvere. 
Mescolate con un cucchiaio. 
[N.B.: Tutti gli utensili che utilizzerete non vanno utilizzati successivamente con i cibi!]

Ricordate di unire qualche goccia di olio profumato se volete che la vostra candela sia profumata.
[Se non volete unire l'olio profumato non ci fa niente...no, non si sprigionerà odore di provola, tranquilli!!]
Prima di colare la cera calda negli stampini ricordate di inserire lo stoppino.
Per quanto riguarda lo stoppino purtroppo non ho alcuna foto. Mi sono servita di uno stuzzicadenti per tenerlo su, posizionandolo al centro dello stampino e poggiandolo ai bordi di questo.

A questo punto, stando attenti a non ustionarvi, colate la cera negli stampini e lasciate asciugare diverse ore.
Tastate col dito di tanto in tanto per vedere se la cera si è indurita.
Una volta dura potrete estrarre le candeline dagli stampi e confezionare come preferite!
Io le ho messe in dei sacchetti di plastica avvolte da una paglietta colorata e le ho in parte regalate, in parte usate come segnaposto.
...e per questa Pasqua è tutto!
Spero che questo articolo vi possa esser stato utile o d'ispirazione 😊

Alla prossima creazione!
Chiora

TUTORIAL #3 | Segnaposto per Pasqua

Rispolverando le cartelle dell'hardisk ho ritrovato qualche creazione mai pubblicata prima che, forse, può essere utile a chi cerca idee per dei segnaposto pasquali.
Per questo motivo vi propongo oggi un'idea per realizzarli con pochissimi "ingredienti".

Cestini pasquali di feltro con ovetti

 Cosa serve:

fogli di feltro | forbici per stoffa con lama normale e lama a zig-zag | colla a caldo | paglietta di carta | carta velina | cioccolatini

Procedimento (più facile a farsi che a dirsi):

Ritagliate un tondo del diametro di 8 cm con le forbici a lama liscia. Poi ritagliate una striscia di feltro larga 4 cm e lunga circa 25 cm (se cambiate il diametro d la lunghezza C cambia secondo la formula C = π d ). Ritagliate ulteriormente uno dei due bordi di questa striscia con le forbici con la lama a zig-zag così da creare un bordino seghettato. Passate, invece, la colla a caldo lungo il bordo liscio e incollate alla base tonda. Realizzate una seconda strisciolina di feltro per creare il manico del cestino come vedete in foto. Aggiungete un fiocchetto di feltro colorato se desiderate abbellire ulteriormente il cestino.

Realizzate tutti i cestini che vi servono e riempiteli di paglietta/carta velina, cioccolatini (io ho trovato anche dei mini Gold Bunny della Lindt che ci stavano benissimo!) e naturalmente i nomi dei vostri ospiti.
Non vi resterà che distribuirli sulla tavola in mezzo alle vostre pietanze!
 Questi segnaposto sono davvero semplicissimi da realizzare ma fanno comunque la loro figura in tavola 😉

Se questo articolo vi è piaciuto restate in attesa del prossimo!!
Vi spiegherò come realizzare un altro simpatico segnaposto pasquale con una tecnica che vi potrà essere utile anche il resto dell'anno!
Chiora

DECOR #2 | Confezioni regalo per Pasqua

In previsione di una imminente Pasqua, vi propongo un paio di confezioni facili da realizzare con pochi accorgimenti.

Una cosa che propongo spesso quando devo fare un pensierino, e che altrettanto spesso mi viene richiesta, sono i biscottini farciti! Il mio cavallo di battaglia, adatto ad ogni situazione e festività.

Quest'anno li ho confezionati in due modi. Mi sono procurata due tipi di contenitori: un paio di cassettine di legno bianche con della stoffa a righe bianche e blu, dallo stile un po' marinaresco (carine in previsione dell'estate, per chi ha una casa al mare); dei porta-candele in vetro, molto meno rustici delle cassettine di legno, più adatti a chi ama un arredo classico o moderno.

Ho riempito entrambe le tipologie di contenitori con i biscotti e con degli ovetti di cioccolato.
Vediamo passo dopo passo come ho fatto e cosa ho utilizzato!

Un primo utile consiglio è: pensare alla forma del contenitore e decidere in seguito quella dei biscotti!
Una volta trovato il contenitore, la cassettina di legno bianca con la stoffa a righe, ho deciso di realizzare i biscottini di forma quadrata, in maniera tale da distribuirli meglio nella confezione. 
Un accorgimento molto semplice ma anche molto di effetto! 
Li ho impilati e infilati dentro uno di quei sacchettini trasparenti ad uso alimentare e a base rettangolare che potete trovare, spesso in confezioni numerose ed economicamente vantaggiose, nei negozi di articoli da imballaggio o articoli per le feste e i dolci.
Dopo averli incartati li ho semplicemente inseriti nella cassettina, dove avevo messo un po' di paglia di carta marrone per dare volume alla confezione e coprire i vuoti...e anche per dare un po' un effetto "nido" visto che siamo in tema Pasquale!
[Anche la paglia di carta la trovate nei negozi che ho citato prima oppure la potete realizzare voi riducendo in striscioline della carta da riciclare (carta di giornale, carta velina, ecc.)]
Ho aggiunto, quindi, degli ovetti di cioccolato.
Naturalmente avrei potuto realizzare i biscottini rettangolari e riempire meglioi vuoti ma ho preferito lasciare uno spazio attorno perchè sapevo di voler inserire gli ovetti.
Per completare la confezione ho usato un foglio di cellophane trasparente.
Per i nastri potete sbizzarrirvi come meglio credete, considerate che per una confezione (nella foto soprastante è quella in alto) ho utilizzato dello spago da cucina perchè era del colore che volevo!!
A dimostrazione del fatto che non è sempre necessario andare ad acquistare nastri particolari a prezzi esagerati per creare qualcosa di carino...
Per la seconda confezione ho, invece, utilizzato dello spago spesso che avevo in casa.
Per entrambe ho completato la confezione con del merletto comprato a pochi centesimi in un negozio di articoli per la casa (ma se siete brave/i con l'uncinetto potete anche realizzare dei nastrini simili a mano!).
Dovevo confezionare, inoltre, dei porta-candele.
Ho utilizzato quasi gli stessi accorgimenti e stavolta... 
...contenitore dalla base tonda quindi biscottini tondi!
Ho iniziato riempendo con un po' di paglia ma stavolta di plastica trasparente, visto che l'oggettino era di vetro.
Per separare i biscottini dalla paglietta di plastica ho utilizzato dei comunissimi pirottini di carta bianchi. Una soluzione semplice, che quasi sempre si trova in casa, nella forma tonda, perfetta per questo contenitore!
Ho utilizzato le bustine di plastica ad uso alimentare viste precedentemente per infilarvi dentro il porta-candele con tutto il resto.
Ho continuato a decorare anche questa volta con degli ovetti di cioccolato. 
Il risultato? Una sorta di nido con tanti ovetti tutti attorno ai biscottini! 😊
Per completare la confezione: nastrini!
Stavolta ho usato del filo di rafia marrone e verde.
Come avete potuto vedere non ci vuole molto per rendere accattivante un oggettino che vogliamo regalare e per far sì che sia a tema con una festività.
Alcune volte basta solo guardarsi intorno per trovare la giusta ispirazione!
Chiora

TUTORIAL #2 | Elastici per capelli DIY

Tanto (taaanto) tempo fa avevo pubblicato un tutorial in cui mostravo come realizzare delle fasce per capelli. Oggi voglio farvi vedere come realizzare invece degli elastici per capelli utilizzando delle stoffe che ho acquistato da Flying Tiger, elastico tondo e, per alcuni elastici, vari merletti.


Per realizzare degli elastici piuttosto morbidi che riescano a legare una coda di capelli lisci (girando per due volte l'elastico) vi servirà:
- una striscia di stoffa delle dimensioni di 50 x 10 cm; 
- un tratto di elastici tondo lungo 21 cm;
- matita, metro, forbici ago e filo;
- merletti e bordini decorativi (facoltativo).

Vi consiglio di fare una prova, magari con della stoffa da "sacrificare", per accertarvi che le dimensioni vadano bene per i vostri capelli. È probabile, per esempio, che per capelli ricci dobbiate aumentare la lunghezza dell'elastico di qualche centimetro.

Iniziate ritagliando la stoffa. Aiutatevi con una matita e un metro per prendere le misure.


Posizionate ora, se lo desiderate, il merletto della stessa lunghezza della stoffa. Abbiate cura di posizionarlo come dimostrato in foto, affinché dopo aver effettuato la cucitura si trovi al posto giusto. Piegate quindi la stoffa e cucite a rovescio.


Cucite a mano o con la macchina da cucire, rivoltate la stoffa  e inserite l'elastico afferrandone infine le due estremità.






Ora che avete afferrato le estremità dell'elastico dovrete realizzare un nodo molto stretto.
Non vi resta poi che rifinire l'elastico per i capelli con un punto festone (se non lo conoscete vi rimando a uno dei miei più vecchi ma anche popolari post in cui vi spiego come realizzare delle rose di pannolenci utilizzando proprio questo punto).


Imparato questo semplicissimo metodo potrete ora realizzare degli elastici con qualunque stoffa desideriate.


Sul mio canale Instagram @chiorarte è spesso possibile trovare qualche anteprima dei post in programmazione su questo blog!
Tempo fa infatti, in previsione di questo tutorial, avevo pubblicato questa foto
 
Chiora
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...